Nuwanda all’attacco con Ah…Ahh…Ahhh per Genesis Publishing

c12f29_c62bfae9c24745b6bbcd11ebb9f25778.png_srz_596_842_85_22_0.50_1.20_0.00_png_srz

Nuwanda è un autore alla sua opera prima e fin dal nome d’arte che ha deciso di darsi dimostra di non voler nascondere i propri muscoli; la provenienza del nome deve la propria origine alle tribù dei Nativi Americani dato che pare fosse loro tradizione quella di dipingersi un fulmine sul petto (detto Nuwanda) per ricevere protezione durante le battaglie. Nel caso del nostro autore, il mitico fulmine dei Capi Tribù gli farà da scudo, si spera, dalle insidie che tutti gli scrittori devono affrontare. La Genesis Publishing, casa editrice on-line attiva dal 2013,  ha creduto nella sua opera;  così ha trovato la sua collocazione sugli scaffali dell’etere il testo dal titolo insolito: Ah…Ahh…Ahhh…

Le vicende prendono le mosse dalla piccola città di Doppio Senso dove le strade sono tutte a senso unico. Qualcuno, arrivando da fuori, sarebbe portato a pensare che si possa solo entrare ma non uscire, invece, la circolazione scorre tranquilla e, prima o poi, la strada per andare a In Mona, il paese vicino, la trovano tutti.

NUWANDA_001

Nella sala conferenze della biblioteca comunale è in corso la presentazione del libro di Armando Bentivoglio, un noto scrittore sui generis con monomanie bizzarre. Il romanziere, a un certo punto, decide di scrivere sulla lavagna una frase ricca di significati e che possa contenere un’emozione: “Ah… Ahh… Ahhh”.  Basta una semplice parola, pronunciata in modo diverso, a suggerire sensazioni di piacere o di dolore, secondo l’interpretazione del lettore, in grado di andare oltre il volere dello stesso autore. La differenza tra “il come si scrive” e “il come si legge”. Il ritrovamento di un cadavere richiederà la presenza del commissario Loquace, un poliziotto dai metodi alquanto singolari.

Un turbinio di battute e dialoghi caustici, spesso inconsapevolmente comici dei vari protagonisti, caratterizzerà in maniera originale le varie scene, creando un surreale collage di schegge impazzite. Una parody comedy all’italiana con le sue nevrosi e le sue megalomanie grossolane e i suoi personaggi grotteschi non meno suggestivi.

Il libro è acquistabile al link http://www.thegenesispublishing.com/#!ah-ahh-ahhh/c13ab

Mendes Biondo (Giornalista )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...