Le Cabinet Masson – Il nuovo romanzo di Cristian Borghetti

copertina cabinet masson

Cristian Borghetti torna con un nuovo romanzo dopo la fortunata esperienza di “Tre volte all’inferno”. L’autore lecchese, classe 1970, ebbi l’occasione di conoscerlo proprio per la presentazione della raccolta di racconti che diede alle stampe con Perdisa Editore e da lì ebbi modo di conoscere il suo stile di scrittura molto ricercato e, alle volte, fin troppo aulico anche per un lettore vorace e capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di narrazione. Ora è il turno di “Le Cabinet Masson” in formato e-book per i tipi di Narcissus.

Lo stile di Borghetti si è nettamente purgato rispetto alla precedente prova letteraria e dimostra una maggiore capacità di adattarsi ad una scrittura contemporanea che non disdegna, al contempo, la possibilità di inserire vocaboli oramai desueti che attirino l’interesse del lettore verso quelle zone della lingua italiana che stanno andando sparendo.

Le tonalità cupe e alla Poe, molto marcate nel precedente lavoro, sono ora stemperate e tendenti maggiormente al mistery che non al classico romanzo gotico. Il romanzo è ambientato nella Parigi del Novecento, in particolare tra le viuzze e i boulevard della capitale francese del 1912. Il protagonista delle vicende è il famoso tatuatore Bastien Delacroix che si ritrova gravare sulla propria persona il capo d’accusa di omicidio nei confronti della modella Iman Lefebvre.
Nonostante sia stato ritrovato sulla scena del delitto, l’agente di polizia Cécile Gaillard, responsabile della custodia dell’artista, si convince dell’innocenza di quest’ultimo e cerca in tutti i modi di aiutarlo a scagionarsi.

cri

Sarà questo il motore che farà muovere le indagini che si districano tra personaggi corrotti e poco gradevoli, femme fatale e squallidi doppiogiochisti.
Una Belle Epoque che si dimostra più vicina ai dipinti di Tolouse Lautrec piuttosto che alla gioia di Renoir, costellata di rapporti scabrosi ed intrighi.

I personaggi descritti sono ben caratterizzati e l’uso di intercalari in francese rende questi ultimi ancora più grotteschi di quanto in realtà appaiano. Essi sono come dei burattini di legno nelle mani dell’autore che si diverte a muoverli e a farli impazzire per il proprio lettore.

Mendes Biondo
(Giornalista)

Il libro è acquistabile all’indirizzo: http://www.amazon.it/Le-cabinet-Masson-Cristian-Borghetti-ebook/dp/B00WIZ346C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...