Speciale Hermann Nitsch – Uno sguardo all’Aktion (Parte 1)

nitsch3

L’Aktion è la cellula fondamentale del Teatro di Nitsch, ognuna possiede una partitura propria che fa uso degli stessi oggetti, figure attoriali e simboli sacri. A partire dal 1961 queste Aktionen sono diventate sempre più complesse e lunghe al fine di mettere in scena il vero e proprio Teatro delle Orge e dei Misteri che corrisponde, nella visione dell’artista, ad una festa dell’umanità da celebrarsi ciclicamente in un determinato periodo dell’anno e in un luogo preciso.

Infatti il Teatro delle Orge non è da considerarsi come un progetto utopico dipendente soltanto dal pensiero dell’artista. ≪il castello di prinzendorf è il teatro delle orge e dei misteri≫ che ≪sorge all’interno del bel paesaggio del weinvinterfiel, circondato da vigneti, campi di grano, gole nel bosco e da una fitta rete di stradine con le cantine≫ e ≪nel parco del castello, nel castello e nei suoi dintorni, in un prossimo futuro sarà messa in scena ogni anno la più grande e intensa festa dell’umanità, la festa dei sei giorni.≫ Il periodo in cui tutto avrà luogo sarà il mese di giugno poiché in quel mese a Prinzendorf ≪tutto e dissipatamente in fiore e tutto si ricopre di foglie lussureggianti≫.

A differenza dell’opera che comprende più giorni e che possiede la sua sede nel castello di Prinzendorf, le Aktionen sono itineranti e possono essere messe in scena in qualsiasi città disposta ad ospitarle. Al fine di comprendere meglio la struttura di queste cellule fondamentali è necessario prenderne in considerazione alcune. ≪La prima Aktion […], più tardi considerata un esperimento, ebbe luogo nel dicembre del 1962. Un uomo in una veste bianca era incatenato al muro, come crocifisso. Poi un altro attore, l’artista, versava sangue sul viso dell’incatenato, che gocciolava e macchiava il suo bianco sudario. Questa azione durava circa 30 minuti ed era un’esecuzione ordinata, chiara e semplice. Ma la forte presenza di un’immagine religiosa, la crocifissione, che si collega anche al concetto di sacrificio, alla fine offuscava il fatto che, in termini estetici, al centro della prima azione c’era un’idea pittorica≫. Da questo resoconto che dà Rudi Fuchs della prima Aktion è possibile capire che il centro dell’azione teatrale è la produzione di un’immagine artistica; il pittore diventa così un attore che produce la sua tela di fronte ad un pubblico mettendo in scena una doppia azione: da un lato l’atto creativo del dipinto in sé, dall’altro quello scenico di artista-sciamano che officia il rito. Ancora Fuchs ricorda che ≪se la prima Aktion, come Nitsch stesso la definiva, era ancora un esperimento (penso che Nitsch volesse verificare se poteva funzionare), la seconda, nel marzo del 1963, era più elaborata. Mentre la prima veniva eseguita contro un muro ed era frontale come un dipinto, la seconda coinvolgeva uno spazio e l’aria centrale di quello spazio≫.
Dieter Ronte, riflettendo sul perché un fenomeno come quello del Teatro delle Orge e dei Misteri sia nato in territorio austriaco, scrive che ≪il concetto che la cultura debba avere un carattere di evento, di decorso, di cronologia, nel cui contesto il pubblico viene coinvolto senza dover partecipare, è profondamente radicato nella mentalità austriaca. La pittura d’azione ha fatto propri questi elementi e, nello stesso tempo, ha tolto loro efficacia. I dipinti di Hermann Nitsch sono azioni dipinte, “pittura d’azione”≫.

1_Aktion

L’Aktion ideale, descritta da Nitsch in O.M. Theater, prevede l’impiego di 40 cadaveri di agnelli ancora integri che verranno successivamente crocifissi alla parete del locale e sui quali si officerà l’azione abreativa che culminerà per ciascuno nello sparagmos. ≪L’agnello N. 1 viene inchiodato alla parete come se fosse crocifisso (testa all’ingiu). Sotto l’animale, sul pavimento della stanza, viene disteso un lenzuolo bianco (fresco di bucato) della misura di 2 metri X 2. L’agnello crocifisso viene sventrato (senza strapparlo dai suoi chiodi). Nel corpo aperto, sulle viscere e sulle interiora si versano, mentre queste vengono tirate fuori dalla carcassa, sangue e acqua bollente. Le viscere e le interiora bagnate di sangue cadono sul lenzuolo bianco (fresco di bucato) disteso sul pavimento≫.

Gli agnelli che seguono il N. 1 verranno trattati o similarmente ad esso o con delle variazioni come il N. 4, che manca del lenzuolo sottostante. Al N. 5 viene disposto sotto al cadavere un piumino ricoperto da un lenzuolo bianco fresco di bucato. Il N. 7 e il N. 14 vengono trattati similarmente al N. 1 ma si differenziano da questo poiché ≪nel petto dell’agnello viene incisa una ferita profonda, lunga 4 centimetri. La ferita viene aperta, l’attore vi introduce l’indice della mano sinistra. La pelle che ricopre i tessuti viene tirata indietro di alcuni millimetri dai labbri della ferita, la ferita viene pulita con ovatta e acqua tiepida. Un tampone di ovatta imbevuta di sangue viene strizzato sulla ferita. Il sangue cola lungo il corpo dell’agnello, giù lungo la parete e gocciola sul lenzuolo bianco (fresco di bucato) disteso sul pavimento≫. Al N. 11 viene disposto, sotto l’animale, un grande foglio di carta da pacchi bianca, al N. 13 un cuscino ricoperto da una federa bianca fresca di bucato e al N. 19 ≪sotto l’animale, sul pavimento della stanza, vengono sistemati alcuni materassi in modo tale da formare un giaciglio a forma di letto che viene ricoperto con un lenzuolo di lino bianco fresco di bucato, su di esso vengono messi un piumino ricoperto da un lenzuolo bianco fresco di bucato e un cuscino ricoperto da una federa bianca fresca di bucato≫.

nitsch

Gli agnelli che si differenziano nettamente per complessità sono i numeri 29, 32, 34, 35, 37 e 38.
Nel primo caso ≪il corpo aperto dell’agnello viene riempito di rose tea fresche innaffiate con acqua piovana tiepida e cosparse di un forte profumo di lilla. Mentre le rose tea vengono estratte, viene versata nel corpo aperto dell’agnello dell’acqua bollente, l’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via le rose tea cadute fuori. Nel corpo dell’agnello viene versata dell’orina dolcificata con zucchero. Con l’aiuto di ovatta e di acqua minerale bollente viene pulito via il sangue rimasto dalla parte interna del petto. Dell’acqua bollente, nella quale sono stati disciolti zucchero vanigliato e saccarina, viene versata nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta, immersa nell’acqua fortemente dolcificata e odorante di vaniglia viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto squarciato.≫

Nel secondo ≪il corpo aperto dell’agnello viene riempito di rose tea immerse in inchiostro rosso bollente e in acqua tiepida. Mentre le rose tea sono estratte, viene versata nel corpo aperto dell’agnello dell’acqua bollente. L’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via le rose tea cadute. Viene versato del vino bollente nel corpo aperto dell’agnello e sulle rose tea cadute sul lenzuolo bianco. Con l’aiuto di ovatta e di acqua ossigenata viene pulito via il sangue rimasto dalla parte interna del petto dell’agnello, nel corpo aperto dello stesso viene versata dell’acqua distillata dal forte odore di narcisi (i narcisi sono stati lavati nell’acqua distillata). Con l’aiuto di ovatta sterilizzata, immersa nell’acqua dall’odore di narcisi, viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto squarciato≫.

Mostra

Nel terzo ≪nel corpo aperto dell’agnello viene messo del lilla bianco lavato con alcool. Mentre il lilla viene estratto, viene versata nel corpo aperto dell’agnello dell’acqua bollente, l’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via il lilla caduto. Dell’acqua zuccherata tiepida, nella quale è stato lavato dell’argento, viene versata nel corpo aperto dell’agnello. Dell’acqua di colonia tiepida viene versata nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta immersa nell’acqua di colonia, viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto squarciato≫.

Nel quarto ≪il corpo aperto dell’agnello viene riempito con rose tea fresche, bianche, scolorite nell’acqua ossigenata e immerse in vino nuovo a temperatura di cantina. Mentre le rose tea vengono estratte, viene versata dell’acqua bollente nel corpo aperto dell’agnello. L’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via le rose tea cadute. Nel corpo aperto dell’agnello viene versato del vino rosso tiepido. Con l’aiuto di ovatta e di alcool chirurgico, nel quale è stato disciolto zucchero, viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto dell’agnello. Dell’acqua di colonia bollente viene versata nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta imbevuta nell’acqua di colonia viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto squarciato≫.

Nel quinto ≪il corpo aperto dell’agnello viene riempito con grappoli d’uva troppo matura e lavata in acqua zuccherata, mentre i grappoli vengono schiacciati e poi estratti, dell’acqua bollente viene versata nel corpo aperto dell’agnello, l’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via la polpa schiacciata dei grappoli caduti. Nel corpo aperto dell’agnello viene versato del vino rosso tiepido e zuccherato. Con l’aiuto di ovatta, di acqua tiepida e di lisolo diluito viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto dell’agnello. Un miscuglio di acqua zuccherata ed orina viene versato nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta, imbevuta nel miscuglio orina-acqua zuccherata, viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto squarciato≫.

mostra_immagini_amici.php
Infine nell’ultimo ≪il corpo aperto dell’agnello viene riempito di tulipani freschi e bagnati. Mentre i tulipani vengono estratti, viene versata acqua bollente nel corpo aperto dell’agnello. L’acqua bollente riempie il corpo, deborda e porta via i tulipani caduti. Del mosto zuccherato viene versato nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta e di acqua dolcificata con saccarina viene lavato via il sangue rimasto dalla parte interna del petto dell’agnello. Dell’alcool bollente viene versato nel corpo aperto dell’agnello. Con l’aiuto di ovatta imbevuta nell’alcool bollente viene lavato via il sangue rimasto nella parte interna del petto squarciato≫.

Si nota fin da subito che la struttura di questa Aktion somiglia molto ad una partitura musicale con la sua ouverture, il suo letitmotiv ripetuto, i suoi momenti di massima estasi e la conclusione con una ripresa del motivo iniziale.
Il momento di apice estatica non si trova, pertanto, alla fine, come si trattasse di una ricerca del piacere che aumenta man mano si procede per terminare in un orgasmo lasciato a se stesso, bensì ci sono dei momenti di compressione e depressione, quasi di sistole e diastole, che si infittiscono di simboli e rimandi religiosi per poi chiudersi con una citazione all’azione iniziale, quasi si trattasse di una composizione ad anello.

Mendes Biondo
(Giornalista)

Riferimenti Bibliografici

D. Ronte, La pittura oltre la pittura
H. Nitsch, Descrizioni e tesi sul progetto del Teatro O. M.
R. Fuchs, Hermann Nitsch
H. Nitsch, O.M. Theater

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...