Facebook killed the Internet Star – Un saggio, poco saggio, di Marco “Frullo” Frullanti

copertina600x800(1)

Internet non ti rende più stupido, rende solo la tua stupidità più evidente al resto del mondo” questa è la citazione che Marco “Frullo” Frullanti tiene come riferimento per stendere il suo saggio-inchiesta dal taglio ironico. A tutto questo aggiungete il titolo preso in prestito prestito, e modificanto a dovere, dal celeberrimo gruppo musicale The Buggles, Facebook killed the Internet Star si propone di dare uno sguardo a cosa è accaduto dal 2000 a oggi sui social. La casa editrice che ha permesso tutto questo? La Nativi Digitali, ovviamente!

La ricerca parte dall’anno 2000 quando internet veniva usato da nerd incalliti per discutere di tecnologia e videogiochi, e per scaricare pornazzi fino ad arrivare alla contemporaneità più stretta quando internet è luogo di incontro di cani e porci e viene usato per pubblicare foto di gattini o per stalkerare i conoscenti. E per vedere pornazzi in streaming.

Il Frullo, resosi conto di questa terribile verità, ha deciso di imbarcarsi in una nobile missione: capire cos’è andato storto, e come si può sopravvivere nell’internet post-Facebook senza diventare scemi.

Se cercate un manuale tecnico o un’opera con qualche pretesa sociologica, rivolgetevi altrove. In Facebook Killed the Internet Star troverete battute di cattivo gusto, citazioni geek e sviolinate nostalgiche a cura di un tizio che ha sempre preso ‘sta faccenda del web dannatamente sul serio, prima che diventasse una moda. Contiene interviste a un paio di “personaggi dell’internet”.

Marco ‘Frullo’ Frullanti, resosi conto di non essere proprio in grado di scrivere un romanzo di narrativa, il suo sogno fin da bambino, ha finito per diventare editore. Ciò non gli ha impedito di scribacchiare saggi demenziali, diari di viaggio autoironici e altre corbellerie piene zeppe di parolacce e opinioni controverse, per la disperazione della sua povera mamma. Dalla sua passione per musica, libri, videogiochi e film degli anni ’90, il decennio della sua infanzia e pre-adolescenza, è nato il suo primo ebook nel 2013, Anni ’90 – Dagli 883 a Carmageddon. La sua fissa per la cultura contemporanea giapponese lo ha invece portato alla realizzazione del secondo, Un Gaijin in Giappone.

Mendes Biondo
(Giornalista)

Il libro è acquistabile in formato e-book al link http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/marco-frullo-facebook-killed-the-internet-star

2 pensieri su “Facebook killed the Internet Star – Un saggio, poco saggio, di Marco “Frullo” Frullanti

  1. Stella ha detto:

    [versione corretta… pubblica solo questa]
    Entusiasta di internet, deluso e disgustato da facebook, con una passione per i film e i videogiochi degli anni ’90 e una fissa per la cultura giapponese… mmh… mi ricorda molto qualcuno… >.<
    Splendida la citazione iniziale.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.