ISIS e bambini – Un libro per affrontare assieme il tema con grandi e piccini

isis bambini

Quali parole può usare un genitore per spiegare a un figlio il fanatismo religioso, gli attentati terroristici, e riuscire a farlo sentire protetto e al sicuro? Come può un insegnante discutere coi propri alunni di Islam, Corano, califfato, senza semplificazioni né pregiudizi? L’educazione può essere un antidoto alla violenza? Parlare di ISIS ai bambini (Erickson, 2016) – scritto da Alberto Pellai, Edgar Morin, Marco Montanari e Riccardo Mazzeo – informa, orienta e fa riflettere: perché la conoscenza è l’unica possibilità che abbiamo di creare nei nostri ragazzi anticorpi all’intolleranza.

Da alcuni anni il terrorismo di matrice islamica è entrato nella vita di noi tutti, come un dato di cui tenere conto nella quotidianità di chi non avrebbe mai pensato di avervi a che fare. Le notizie che in tempo reale si sono succedute negli anni relative ad attentati, minacce, ultimatum, esecuzioni di ostaggi riprese con videocamera e poi diffuse sui media internazionali sono all’ordine del giorno e hanno indotto in ciascuno di noi la percezione di un pericolo reale legato a variabili non facilmente controllabili.

Come afferma Alberto Pellai, grazie alla globalizzazione e alla digitalizzazione, «basta stare seduti sul divano di casa o di fronte allo schermo del proprio tablet per vivere gli eventi che accadono dall’altra parte del mondo, in contemporanea con i diretti protagonisti. I nostri figli/alunni sono bombardati da un’iperstimolazione di dati, immagini, eventi. Spesso le immagini, i suoni, le parole che escono dagli schermi usati dai genitori rappresentano una sorta di sottofondo audiovisivo, un rumore d’ambiente nel quale portano avanti il palinsesto della loro esistenza. Ma le cose cambiano drasticamente quando le notizie che arrivano nel cuore della casa hanno a che fare con lo stragismo terroristico, con i grandi cataclismi, con quelle tragedie che accadono all’improvviso e coinvolgono nello stesso momento la vita e il destino di moltissime persone».

Parlare di ISIS ai bambini fornisce a insegnanti e genitori il lessico, gli strumenti e le nozioni con cui spiegare a bambini e ragazzi cosa è il terrorismo islamico, come e perché nasce, illustrando le modalità più efficaci per parlare di violenza e di stragi, per spiegare la guerra, per gestire la paura, cercando di entrare in empatia con le emozioni dei più giovani, per aiutarne la regolazione e la corretta espressione.

Mendes Biondo

Il libro è acquistabile al link http://www.erickson.it/Pagine/default.aspx

Un pensiero su “ISIS e bambini – Un libro per affrontare assieme il tema con grandi e piccini

  1. Stella ha detto:

    Non conoscevo questo libro. Sto preparando una lezione/conferenza per spiegare l’ISIS (che ormai è solo IS) ai ragazzi dell’Università… è un tema complesso. Ma l’informazione e la conoscenza sono sempre le armi migliori. Purtroppo i nostri mass media non svolgono affatto questo compito… e di conseguenza molti si accontentano di basare le proprie opinioni ed i propri sentimenti sulla superficialità e sul pregiudizio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...