Maggio di proposte con NN Editore

indexOffill

Tre titoli di grande pregio stanno per arrivare in libreria targati NN Edizioni. Stiamo parlando del romanzo Le cose che restano di Jenny Offill, Io sono Dio, mi dico di Giacomo Sartori e La metà del Diavolo di Joseph Incardona.

La prima storia vede protagonista una madre tra le nuvole, che inventa di continuo giochi e scherzi. Irrequieta, surreale, appassionata di fiabe e volatili e preistoria e costellazioni.
 Assieme a lei vive un padre rigoroso, ai limiti del maniacale, che crede solo nelle scienze esatte e che spesso non capisce la moglie e rimane in silenzio. Si amano molto, litigano ferocemente. Questa è forse l’unica cosa normale di una famiglia un po’ particolare.

In mezzo, una bambina, Grace, che si diverte e soffre in parti uguali. E poi gli atri personaggi, come Edgar, la baby sitter con la barba e il nonno, che parla otto lingue.

Un giorno la madre di Grace viene trovata in fondo al lago. E sarà grazie all’immaginazione, alla fantasia e all’amore che Grace riuscirà a ritrovare la speranza e la poesia a salvare la sua famiglia.

Jenny Offill è autrice del romanzo Last Things, scelto come “notable book” dell’anno dal New York Times e finalista per il Los Angeles Times First Book Award.
Coeditor, con Elissa Schappell, di due antologie di saggi,
The Friend Who Got Away e Money Changes Everything, ha anche scritto libri per bambini come 17 Things I’m Not Allowed to Do Anymore e 11 Experiments That Failed.
Insegna Scrittura Creativa presso la Queens University, il Brooklyn College e alla Columbia University.

indexSartori

Diversa la storia raccontata nel romanzo Io sono Dio, mi dico che vede al centro delle vicende niente popò di meno che lui, Nostro Signore Creatore che stufo di andarsene a spasso per il cosmo, si ferma a contemplare l’umanità, una delle sue tante creazioni ma non la più riuscita: sin dai primordi, infatti, si è rivelata brutale, inconsapevole e priva di prospettive. Ma durante l’osservazione, il Signore si lascia travolgere dalla parte più sfuggente e imprevedibile degli esseri umani: si innamora, senza avere la minima idea di come gestire quella tempesta di emozioni.

L’ossessione di Dio è una ragazza alta, intelligente, non proprio bellissima (ma a Dio non importa nulla della bellezza). Fa due lavori, di cui uno è inseminare artificialmente le mucche e l’altro è condurre ricerche scientifiche di alto livello. Ben presto Dio si accorge che l’empatia verso gli umani è solo l’inizio di un’inquietante galleria di sentimenti negativi: gelosia, rabbia, rancore, che rischiano di riversarsi sull’umanità e accorciarne drammaticamente i giorni.

Giacomo Sartori, nato a Trento nel 1958, è agronomo specializzato in scienza del suolo. Ha pubblicato i romanzi: Tritolo (il Saggiatore, 1999), Anatomia della battaglia (Sironi, 2005), Sacrificio (Pequod, 2008; Italic 2013), Cielo nero (Gaffi, 2010) e alcune raccolte di racconti: Di solito mi telefona il giorno prima (il Saggiatore, 1996), Autismi (Sottovoce, 2010) che ha vinto il premio Frontiere-Grenzen 2011 ed è entrato nella cinquina Premio Settembrini 2012, Avventure (Senzapatria, 2010), Zoo a due (con Marino Magliani, Perdisa Pop, 2013).

indexIncardona
Infine c’è la trama improbabile e coinvolgente del romanzo di Joseph Incardona che mette al centro della narrazione il personaggio di Pierre, uno che ha lasciato la sua vita alle spalle, vive nella sua auto, in autostrada. Proprio dove la sua vita è cambiata per sempre, sei mesi prima. Si guarda, e aspetta. Tra tutte le persone che incontra in quel mondo chiuso, incontra qualcuno che potrebbe sapere quello che sta cercando. E nel fine settimana di metà agosto, quando il caldo opprimente soffia sopra l’asfalto e tutti hanno bisogno di una vacanza rassicurante, tutto ha di nuovo inizio. Una bambina viene rapita. E poi sirene, uniformi, urgenza, paura. Sotto l’asfalto il terreno è caldo, come i desideri. E Pierre non è mai arrivato così vicino a trovare quello che sta cercando: la sua vendetta.
Un noir elegante, teso e avvincente, che ha vinto il premio come miglior poliziesco francese del 2015 e che sarà presto un film.

Joseph Incardona è un autore svizzero di origine italiana. Molto apprezzato da pubblico e critica, ha scritto Remington, Lonely Betty, Trash Circus, Misty. Con Lavori in corso (Derrière les panneaux, il y a des hommes) ha vinto il premio per il miglior noir francese del 2015.

Mendes Biondo

I libri saranno acquistabili a partire da Maggio al link http://www.nneditore.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...