Mai più la mente troppo piena grazie al saggio di Edizioni Erickson

Mind.jpg

Depressione, ansia, stress: sono tra i mali più diffusi del nostro tempo, figli di una società frenetica, poco equilibrata, spesso precaria. Per l’Organizzazione Mondiale della sanità la depressione «è una delle principali cause di disabilità a livello globale». E l’ansia è il secondo disturbo mentale più frequente. Problemi che incidono inevitabilmente sulla qualità della vita delle persone che si trovano a viverli. Come si possono prevenire, contrastare, combattere? Oltre ai trattamenti più tradizionali, negli ultimi anni si sta diffondendo una pratica alternativa basata su tecniche di derivazione orientale: la mindfulness.

Di cosa si tratta? «È una pratica che insegna a essere semplicemente se stessi, senza doversi trovare in un luogo o in un momento diversi da quelli vissuti o senza dover essere una cosa o una persona differenti da ciò e da chi siamo effettivamente». Con queste parole la spiegano brevemente gli autori Stephen McKenzie e Craig Hassed, tra i massimi esperti di mindfulness al mondo, nelle prime pagine de Il libro della mindfulness (Erickson, 2016). Grazie a questa pratica di meditazione, in sostanza, si riesce a prestare attenzione al presente vivendone appieno i momenti e combattendo così ansia e stress, frutto di continue proiezioni sul futuro o ricordi dal passato.

In tutto il mondo sono sempre di più coloro che si rendono conto che l’unica via d’uscita è dentro di noi, che non ci resta altra alternativa. Davanti al rapido aumento della complessità dei nostri problemi moderni, la nostra ultima possibilità di soluzione, nonché la migliore, è di risvegliare noi stessi, essere pienamente consapevoli e pienamente accettanti.

Il libro, dopo un inquadramento iniziale sui fondamenti e qualche indicazione sull’applicazione pratica della mindfulness, entra nello specifico di situazioni di vita reale nelle quali può essere utile questa meditazione. Si susseguono le storie di persone che hanno vissuto problemi legati alle dipendenze da sostanze, oppure molto stressate per questioni familiari o lavorative, o ancora soggetti che faticano a gestire l’ansia e che devono far fronte a malattie di vario genere. Ogni storia è affiancata da riflessioni e consigli degli autori.

Il libro è acquistabile al link http://www.erickson.it/Pagine/default.aspx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...