Arte auto finanziata – 1000 cuori per Remo Brindisi

LINDA

«È un dolore per me non poter avere un progetto finanziato dal Comune di Comacchio in questa particolare ricorrenza. In pochi, al mio posto si sarebbero mossi senza un soldo e lavorando gratis, chi lo fa? In questi anni ho continuato, senza zio, a voler tenere VIVA Casa Museo, sfidando i venti, affrontando i commenti e le critiche. Voglio anche questa volta trasformare in energia, movimento e colore la mia AZIONE». Con queste parole la street artist Linda Brindisi conclude una lettera al vetriolo inviata alla stampa, richiedendo l’appoggio di coloro che possono darle voce come di coloro che sono sensibili a tutto ciò che riguarda il mondo dell’arte.

L’intento dell’artista milanese è quello di far dipingere 1.000 cuori al pubblico presente alla Casa Museo Remo Brindisi, situata in quel di Lido di Spina Via Nicola Pisano, 51 in provincia di Ferrara. Il giorno 9 Luglio 2016 si terrà la Performance Pubblica interamente gratuita che partirà alle 14.00 e terminerà al calar del sole. Ogni partecipante potrà conservare il proprio cuore dipinto e soprattutto dipingere e divertirsi. Oltre a quelli realizzati durante la performance, ve ne saranno una quarantina dipinti da Linda Brindisi e amici che vogliono dedicare un ricordo al Maestro Remo in occasione del ventesimo anniversario della morte.

STRISCE

L’artista specifica che questa sua performance è stata chiamata «ASSALTO DI COLORE per diversi motivi che ora vi elenco: 1) Il progetto è completamente Auto-Finanziato. Il Comune di Comacchio non mi sponsorizza il lavoro. Quindi: materiali, costruzione, performance, tempo, fotografie, promo-video, pernottamenti,viaggi, promozione stampa è tutto a carico di Pittura.In.Movimento. Il progetto è stato inviato un anno farispettando le regole e la burocrazia necessaria. Ho domandato come location il Viale di Lido Estensi per poter far dipingere GRATUITAMENTE più persone possibili, mi è stato negato perché un Sì avrebbe comportato: pagamento tassa occupazione suolo pubblico e tassa sotto suolo, area transennata, iniziativa promossa. La Villa ora è di patrimonio dello Stato e il Comune mettendomi in giardino non ha costi.»

Remo Brindisi

Ovviamente c’è di più anche perché oltre al danno, il Comune di Comacchio pare abbia regalato all’artista una beffa visto che è già accaduto che artisti da lei suggeriti alla giunta comunale abbiano richiesto ed ottenuto agevolazioni mentre per lei e per questo progetto, dedicato al personaggio che più ha caratterizzato Lido di Spina, non ci sia trippa per gatti.

ROTA 2012

Ciò che muove Linda Brindisi è la volontà di dimostrare alle istituzioni e alle persone che vivono nel settore artistico che non sempre gli artisti si muovono a pagamento e che a volte decidono anche di fare qualcosa per l’amore che li muove in quella direzione. L’insegnamento è di famglia visto che è stato Remo Brindisi a depositarle questo patrimonio culturale sia con le parole che con i fatti come dimostra la sua casa museo a Lido di Spina.

LINDA 2

Il curriculum vitae dell’artista milanese annovera diversi progetti che lei stessa definisce “ASSALTI DI COLORE” in quanto realizzati in piena autonomia, senza sponsorizzazione. In Abruzzo, in seguito al terremoto del 2009, nel 2011 ha realizzato molti km di colore donando i soldi raccolti alla comunità di Onna (Aq) che è l’unica ad aver avuto una scuola ricostruita e dedicata a Giulia Carnevale (morta all’interno della Casa dello Studente). Altro famoso ASSALTO DI COLORE è stato realizzato a Venezia nel 2007 alla Biennale dove ha voluto porre l’attenzione sul fatto che le idee buone circolassero anche fuori dagli Spazi Museali consacrati dal Mondo dell’Arte. Infine nel 2012 a Lourdes, in Francia dove ha realizzato un ASSALTO DI COLORE per ammalati infermi, bambini con malattie terribili, handicappati è stato forse uno dei lavori più significativi che abbia realizzato.

Mendes Biondo

Per maggiori informazioni sull’artista e sulle sue iniziative è possibile visitare il sito http://www.lindabrindisi.it/index.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...