Sketch & Breakfast – Un’intervista ficona con Simona Zulian e Andrea Ribaudo

felinia-4

Siamo andati a trovare nel loro salotto virtuale, i disegnatori Simona Zulian e Andrea Ribaudo che da diverso tempo a questa parte danno vita ad un personaggio che chiunque sul web ha avuto occasione di conoscere: Felinia. Lei è davvero ficona, così come lo sono la coppia di fumettisti che ci ha raccontato la loro esperienza sulla tavola da disegno. Tra le tante cose anche un’anteprima, quindi cosa state aspettando a leggere questa intervista?

Cari Simona Zulian & Andrea Ribaudo, cominciamo dal principio: com’è nata l’idea di Sketch & Breakfast?

Be’, hai presente la storia dell’ape e del fiore? Bene, niente di così complesso! L’idea è nata dalla semplice necessità di mettere in campo la nostra voglia di disegnare e di raccontare qualcosa di simpatico, materializzando così le nostre vignette umoristiche. Poi lo “sfruttamento intelligente” del media facebook e la costante voglia di produrre e di metterci in gioco ci ha permesso di farci conoscere da sempre più gente ampliando prima il numero di lettori sulla piattaforma digitale e poi accrescendo anche il numero dei lettori che segue le nostre storie stampate su carta (MagicPressEdizioni) che sono diverse da quelle del web, fino ad arrivare a questo momento, in cui tu ci chiedi com’è nata l’idea di Sketch & Breakfast e io cerco di non scrivere cose banali.

felinia-2

Avete dei fumetti di riferimento o degli autori a cui vi ispirate?

Naturalmente seguiamo parecchi autori del panorama fumettistico. Dire che ci ispiriamo a qualcuno è riduttivo ma anche inesatto, diciamo che attingiamo un po’ di tutto da tutti gli autori e tutti quei fumetti che ci colpiscono più di altri, anche quelli molto lontani dal nostro stile artistico. Tra gli autori che seguiamo con più passoine ovviamente citiamo primo fra tutti Leo Ortolani, capostipite del fumetto umoristico delle ultime generazioni. In campo stilistico adoriamo Stefano Turconi, Oscar Martin, Arthur De Pins, David Gilson, Daniel Lieske, Enrique Fernandez e tanti altri…

Quanto è importante oggi per un fumettista emergente, secondo il vostro parere e la vostra esperienza, essere presenti nelle fiere di fumetti?

È indubbiamente importante, probabilmente non fondamentale, ma credo che un po’ dipenda anche dall’autore in sé. Nel senso che uno può essere un grande autore di fumetti e farsi i cacchi propri senza mai farsi vedere in fiera e comunque riuscire a vendere tanto, ma potrebbe anche essere un mediocre autore però essere così bravo con i rapporti “umani” da instaurare nei lettori che lo incontrano in fiera un tale senso di affiatamento da renderlo per sempre “devoto”, passami il termine. Quindi è un po’ relativo, ma direi che in generale è sempre molto bello per un autore poter incontrare dal vivo i lettori che lo apprezzano e viceversa è bello per un lettore poter incontrare in queste occasioni l’autore che tanto ammira.

felinia-5

Quali sono i pro e i contro nell’utilizzo dei social per la diffusione delle strisce?

Tanti pro e qualche contro: per cominciare non esistono filtri (se non la censura del social di riferimento) tra quello che produce l’autore e quello che legge il “fruitore”. Si può raggiungere tanta, tantissima gente senza spese di produzione né di promozione (anche se esiste la possibilità di promuovere le proprie vignette e quindi raggiungere così anche più gente… ma nell’ambiente è tipo barare). Tra i contro per i fumettisti, c’è e sempre ci sarà la possibilità di vedersi rubata, mutilata, privata di firma e spesso anche modificata una propria opera (non scordatevi mai di inserire una firma e rendere riconoscibile il vostro lavoro).

Qual è il rapporto tra Felinia e l’erotismo?

Be’, chi ha avuto la fortuna o l’ardire di leggere il nostro ultimo fumetto “Singol a caccia” avrà ben presente quale sia questo rapporto: Felinia è piuttosto propensa ad avventurarsi negli anfratti più oscuri e libidinosi dell’eros… il problema per lei è riuscire a trovare il partner adatto, un po’ per sfiga, un po’ per incompatibilità finisce sempre che in quegli anfratti Felinia ci si avventuri da sola.

felinia-1

Quanto c’è di Simona in Felinia e viceversa?

Sono stati effettuati studi scientifici sulla questione, e la soluzione matematica del quesito a cui si è giunti è: un buon 80%… sia da un lato che dall’altro. Diciamo che giustamente nel tempo le situazioni di Simona influenzano l’esistenza di Felinia, e viceversa la personalità di Felinia corrompe (sia nel bene che nel male) quella di Simona. Siamo quasi in perfetta simbiosi, dai.

Quali consigli vi sentite di dare ai giovani fumettisti intraprendenti?

Di essere appunto intraprendenti! Mettersi in mostra per quello che si sa fare, principalmente, senza sfruttare solo le mode perché le mode svaniscono e nel momento in cui non si ha più un tema “virale” a cui metter mano si scoprono le carte e si scoprono gli autori e disegnatori improvvisati. Non aver paura di sbagliare e di mirare troppo in alto, cercando di fare sempre tutto con molta autoconsapevolezza e voglia di migliorare sempre. E mai, ripeto mai, ascoltare i consigli di altri fumettisti :3

felinia-3

Rivelateci qualcosa riguardo i vostri progetti futuri

No 😛 Vabbe’, dai, ormai siamo a settembre (anche se ci avevi passato le domande ad aprile tipo) è chiaro che in questo periodo partano un po’ di progetti e che dal grande pentolone delle idee si tiri fuori qualche buona ricetta. Senza entrare troppo nello specifico ti dico che, per Lucca è previsto il nostro secondo fumetto edito da Magic Press Edizioni (il primo per chi non avesse letto le domande sopra è “Singol a Caccia”) e siccome sei stata molto paziente con noi ti riveleremo anche il titolo (non l’abbiamo ancora rivelato a nessuno quindi rischiamo anche la scomunica): “Felinia: Il Demone dei 30 anni” 😀 Oltre a questo ci sono altri progetti direi molto impegnativi che potranno concorrere a farci impazzire una volta per tutte, primo fra tutti un corso di docenza di fumetto e colore presso Delay House of Art, una scuola che mischia arti musicali a quelle grafiche e teatrali (presso Il Teatro del Popolo di Gallarate), mentre il secondo progetto che dovrebbe prendere il via a ottobre o giù di lì è più top secret… diciamo solo che sarà una nuova serie. Poi sempre in riferimento a Lucca Comics & Games sarà disponibile in quantità limitata (250 pezzi) il nostro nostro consueto calendario: “Fatti di cibo”! E poi basta, forse faremo qualche corso di ballo o di nuoto 🙂

Elena Bello

Sappiamo bene che ne volete sapere di più. Ecco i link utili per conoscere e seguire Felinia e i suoi creatori.

La loro pagina Facebook https://www.facebook.com/SketchAndBreakfast/?fref=ts

Il loro sito internet http://sketchandbreakfast.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...