Mi chiamo Sonia e sono stata adottata – Affrontare l’adozione con un libro per bambini

Sonia.jpg

«L’adozione è una faccenda piuttosto complicata; i bambini e gli adulti pensano di capirla, ma in realtà, per la gran parte delle volte, non è così». Sono le parole della piccola protagonista di “Mi chiamo Sonia e sono stata adottata”, una bambina di 10 anni che desidera condividere la sua storia con i bambini che la conoscono, e anche con gli adulti, per aiutarli a capire cosa significa essere adottati e quali sono le difficoltà e le soddisfazioni che un figlio adottivo si trova a vivere.Spesso i bambini adottati si sentono rivolgere da altri bambini domande come: “Chi è la tua vera madre?”, “Come mai lei non ti ha voluto?” Queste domande possono far sentire a disagio o provocare molta tristezza. Ecco allora che Sonia suggerisce domande diverse da porre, quando si è interessati a conoscere la storia di un bambino che è stato adottato: frasi più gentili, che non fanno sentire “strano” il bambino a cui sono rivolte.

Sonia si sofferma poi a riflettere sugli aspetti della sua storia che la rendono triste: la mancanza della sua mamma di nascita e del suo papà di nascita, la lontananza dai luoghi in cui è nata, il non parlare la lingua che parlavano i suoi genitori di nascita… Raccontare questi aspetti tristi dell’adozione aiuta Sonia a farsi conoscere meglio dai suoi compagni e a sentirsi meno sola, dando voce ai suoi dubbi, alle sue preoccupazioni e alle sue paure.

Naturalmente, l’adozione ha anche degli aspetti bellissimi, che fanno sorridere e star bene: il calore della famiglia adottiva, i suoi riti divertenti che si ripetono ogni anno, l’atmosfera di casa… e anche su questi aspetti Sonia si ferma a fare qualche considerazione, per far capire che la famiglia adottiva non è una famiglia diversa dalle altre, ma una famiglia come le altre, con una storia speciale riguardo l’incontro tra genitori e figli.

Il libro diventa così un’occasione preziosa e un utile strumento per aprire riflessioni e ulteriori domande non solo per chi vive in prima persona l’adozione, ma anche per chi — bambino o adulto — incontra le storie di adozione degli altri.

Il libro illustrato che racconta la storia di Sonia è accompagnato da una Guida per genitori, insegnanti e operatori psicosociali scritta appositamente dall’autrice, Anne Braff Brodzinsky, per l’edizione italiana. La guida, ricca di spunti di riflessione e suggerimenti operativi, rappresenta una risorsa di facile consultazione per avvicinare e trattare le domande e le questioni complesse che ogni esperienza adottiva porta con sé. Si rivolge a tutti coloro che, a diverso titolo, incontrano, seguono e aiutano bambini e ragazzi adottati.

Il libro è acquistabile al link http://www.erickson.it/Pagine/default.aspx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...