SF Art Book Fair – Libri, arte ed editoria secondo Luca Antonucci Co-Founder della Fiera

sfabf

Come vi abbiamo promesso, siamo andati ad intervistare quelli della SF Art Book Fair, in particolare abbiamo parlato con Luca Antonucci di Colpa. Ne è sorta una bella chiacchierata sul futuro del libro e su tutte quelle sfumature della carta che spesso dimentichiamo di prendere in considerazione.

Il progetto nasce dalla collaborazione di tre realtà differenti e al contempo convergenti. Stiamo parlando del Minnesota Street Project, locato nello storico distretto di Dogpatch, offre spazi per gallerie d’arte, artisti e organizzazioni no profit, di Colpa, nata dalla collaborazione tra Luca Antonucci e David Kasprzak che lavorano assieme come editori, designer, stampatori e curatori, pubblicando libri artistici, edizioni limitate e oggetti d’arte. L’ultimo partner è Park Life, un negozio indipendente e galleria d’arte fondata da Jamie Alexander e Derek Song situata a San Francisco. Park Life ospita opere d’arte e prodotti di design raccolti da tutte le parti del mondo e include libri, edizioni, stampe, oggetti di design, oggetti di carta, opere originali e riproduzioni.

Parliamo del pubblico. Come reagiscono le persone a questa tipologia di libri e alla fiera? C’è maggiore interesse nelle persone di San Francisco o nei turisti che vengono da fuori?

San Francisco ha sempre avuto una comunità di intenditori molto compatta nei confronti dei libri artistici, degli editori e degli artisti. Io personalmente conosco, perché sono sempre stato un fan della CODEX book fair, The East Bay Zine Fest e il SF Zine Fest e assieme agli altri abbiamo voluto costruire questa comunità e creare un altro evento dove le persone potessero mettersi in contatto con gli editori e supportarli. Detto ciò, non avevamo assolutamente idea di quante persone sarebbero venute a questo evento e ci siamo sentiti incredibilmente fortunati di aver avuto il riscontro che abbiamo avuto. Alla fine della giornata, il miglior modo di supportare i libri artistici è di portarli a casa con te e noi vogliamo continuare a fornire questa opportunità al pubblico. Giusto ora stiamo concentrandoci sul riuscire ad avere più di una presenza internazionale tra i nostri esibitori mentre stiamo cercando di costruire un forte zoccolo locale. Speriamo che questo possa portare molte più persone a San Francisco per la fiera.

img_0031

Che cosa significa essere il Direttore di una fiera dedicata ai libri artistici nel momento storico in cui le persone sono più interessate alla tecnologia e agli e-book rispetto ai libri fatti a mano?

Non sono sicuro che le persone siano più interessate negli e-books. Quando nacquero, l’industria aveva previsto che avrebbero raggiunto il 60% – 80% del mercato ma lo scorso anno hanno raggiunto a malapena il 20%. Penso che le persone apprezzino ancora in maniera sincera i libri e non solo per il sapere che contengono ma proprio come oggetti. Penso che i libri artistici siano la quintessenza del libro come oggetto.

Qual è l’aspetto principale che cercate quando inserite un artista nella fiera?

Cerchiamo editori e artisti che guardino ai libri e alle stampe come lavori fatti a regola d’arte. Non solo come riproduzione o documentazione di un’esibizione. Oltre a quello, nella fiera cerchiamo veramente di rappresentare una gamma diversa di libri d’artista o creazioni di zine. Questo include qualsiasi cosa che vada dalle serigrafie, ai magazine periodici, alle sculture in edizione limitata. L’obiettivo della fiera è di portare tutte queste cose spesso distanti tra loro, sotto l’egida delle pubblicazioni d’artista. La maggior parte delle volte, questa è l’unica maniera con cui un artista può parlare direttamente al proprio pubblico e pensiamo che sia fondamentale per rafforzare la comunità.

img_0004

Quanto è cambiato il panorama dei libri d’artista da che l’e-book è entrato nelle nostre vite?

Non sono sicuro che abbiano avuto un impatto profondo sulla comunità dei libri d’arte. Se quacosa si può sostenere è che c’è stato più di un punto d’interesse sui libri artistici da che l’e-book è stato sdoganato.Il libro d’artista o il libro artistico è una cosa speciale perché, quando funziona, è la perfetta unione tra concetto e creazione. Penso che le persone abbiano un interesse rinnovato nella creazione dei libri e che questo sia qualcosa che gli e-books ancora non riescono a dare, nella mia visione, salvo alcune eccezioni. The Silent History è un esempio eccellente di qualcuno che lavora con la forma e la funzione dell’e-book come un artista farebbe.

Tu lavori con artisti e editori. C’è un posto, nella tua visione, dove i libri artistici siano più apprezzati di altri e perché?

Non voglio che questa tipologia di libri sia necessariamente più apprezzata degli altri. Voglio che tutti i libri possano avere successo e voglio che gli artisti e gli autori possano avere la possibilità di connettersi con il loro pubblico in maniera continuata e non temporanea. Detto ciò, mi sento particolarmente inserito nel futuro dei libri artistici e provo ad incoraggiare ogni artista a prendere interesse di questa possibilità di produzione e di come sia libera da pressioni di mercato e controlli istituzionali.

img_0017

Parlaci degli artisti che preferisci.

Muoio dalla voglia di vedere lo show di Mark Leckey’s al PS1, ma probabilmente non ce la farò a raggiungere New York in tempo. Amo anche il lavoro di Rhein-Verlag, August Editions e Spector, giusto per nominarne qualcuno di quelli che pubblicano.

Quale sarà il futuro dei libri d’arte e quale quello della fiera?

Non posso dirlo per certo. Stiamo cercando di portare un diverso gruppo di artisti ed editori al SF Art Book Fair ogni anno e continueremo a supportare la comunità di editori di San Francisco e quella internazionale in tutti i modi possibili. Sono veramente eccitato all’idea di ciò che abbiamo delineato per il 2017 ma dovrete aspettare per vederlo!

Mendes Biondo

Per saperne di più sulla SF Art Book Fair potete visitare il sito http://sfartbookfair.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...