Karen Greenlee necrofila – Il nuovo romanzo di Giovanni Bertini

2016-11-17_16-51-39-978-88-9375-056-1.jpg

L’ormai anziano Gianni Bertini, vittima di disturbi neuronali che lo portano a confondere i sogni con la realtà, navigando su Internet legge l’intervista di Karen Greenlee, una ragazza che, nel 1978, fu arrestata dalla polizia di Sacramento, in California, con l’accusa di necrofilia.

Trentasei anni dopo, a Genova, il protagonista di questo avvincente noir studia la psicanalisi di Freud e il teatro d’avanguardia di Giuliano Vasilicò, amico fraterno, nella speranza di guarire la sua amata Karen. Bertini è, infatti, convinto che, se lui e la sua “regina necrofila” interpreteranno Le 120 giornate di Sodoma, le loro lancinanti e vaganti anime troveranno la liberazione nella riconciliazione di Eros e Thanatos. Lo spettacolo sarà messo in scena e tutti gli enigmi rappresentati dalla catarsi artistica, si risolveranno.

Giovanni Bertini è un perito stimatore che ha lavorato 41 anni, di cui 30 nella CULMV (Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie) “Paride Batini“. Ha scritto il suo secondo libro, I Promessi Sposi e La Lettera scarlatta, durante un altro turbamento neuronale, che sembra però aver funzionato, perché è stato premiato come finalista al Casa San Remo Writers nel 2016.

 

Un pensiero su “Karen Greenlee necrofila – Il nuovo romanzo di Giovanni Bertini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...