Le infinite rotondità delle mele – Una partenza lenta che fa ben sperare

9788868828370_0_0_1400_80.jpg

Con gli esordi in genere è necessario essere indulgenti, si spera sempre che ci possa essere un futuro lavoro da parte dell’autore e che questo migliori con il tempo la propria scrittura. Per quanto riguarda il romanzo “Le infinite rotondità delle mele” funziona così.

Maria Antonietta Barabesi si è messa alla prova con una narrazione molto complessa ed intricata che spesso la fa cadere nella trappola della narrazione lenta o di punti morti che tendono a distogliere il lettore dal romanzo, il che è un peccato vista la partenza molto poetica – trovo il titolo aggraziato e sottilmente ironico – e l’idea di trasportare personaggi della storia dell’umanità in una realtà spazio temporale differente da quella che li ha visti protagonisti.

Qualcosa di molto simile alla tecnica del “What if…?”, letteralmente “Che cosa, se…?” che lascia presupporre una riscrittura di una storia già precedentemente conosciuta con risvolti completamente diversi. È stato fatto da altri autori famosi ma quello che consiglio sempre è di evitare delle riscritture. Se le cose sono andate così, anche nella realtà, e se ci piace sentire quelle storie forse è proprio per i risvolti che esse hanno preso.

Il personaggio principale del romanzo è abbastanza artificiale nonostante qua e là ci siano dei punti a favore per la sua descrizione. Ricalca lo stereotipo dello scrittore fallito che si ritrova a viaggiare lontano dalla propria vita quotidiana per ritrovare se stesso, qualcosa che strizza l’occhio a “Midnight in Paris” che però non riesce a spiccare veramente il volo.

Ma tutto ciò è comprensibile, le opere prime sono bestie difficili da tenere a bada e molte volte servono proprio per potersi misurare prima con se stessi e, in un secondo momento con il pubblico, pertanto diventano importantissime palestre letterarie all’interno delle quali sperimentare il più possibile al fine di crearsi un proprio stile narrativo e di scrittura.

In ogni caso, il romanzo è leggibile e a tratti anche molto piacevole nonostante le lacune sopra presentate e sicuramente ha il pregio di portare il lettore a sorridere di alcuni eventi che accadono ai personaggi presi in considerazione.

Mendes Biondo

Il romanzo è acquistabile al link http://www.youcanprint.it/le-infinite-rotondit-delle-mele-9788868828370.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...