Miccia corta – La storia in prima linea del “Comandante Sirio” Sergio Segio

Schermata 2017-01-30 alle 08.41.58.png

Sergio Segio, il “comandante Sirio”, è stato tra i fondatori di Prima linea, l’organizzazione armata che negli anni settanta ha contato mille militanti e migliaia di simpatizzanti. In questo libro racconta una delle azioni più clamorose e audaci della lotta armata in Italia: l’assalto al carcere di Rovigo con cui liberò la sua compagna, Susanna Ronconi, e altre tre detenute politiche.

Uscito in una prima edizione per DeriveApprodi nel 2005, Miccia corta è diventato subito un classico della memorialistica degli anni settanta, sia per l’importanza dell’autore, sia per la capacità di narrare avvenimenti così delicati senza censure di sorta. Il racconto si snoda in una sola giornata, il 3 gennaio 1982, con un ritmo incalzante tipico dei migliori di film d’azione e sullo sfondo si intersecano i fotogrammi dei movimenti degli anni settanta.

Un testo che si richiama per tradizione narrativa e culturale a film western come Giù la testa e Mucchio selvaggio, e che in questa nuova versione è stato rimontato e ampliato con un’ampia parte introduttiva che racconta “Come è cominciata”, con il racconto delle prime azioni e della for- mazione di Prima Linea e un “Epilogo” che affronta l’esperienza delle torture subite in carcere. Un libro fondamentale per capire quagli anni, tanto da aver liberamente ispirato il film La Prima linea, interpretato da Riccardo Scamarcio e Giovanna Mezzogiorno, che fece molto dibattito aldilà degli aspetti puramente cinematografici.

In contemporanea con l’uscita della nuova edizione, a 35 anni esatti dalla fuga dal carcere di Rovigo, sarà lanciata una campagna sui social con videointerviste inedite e una serie di presentazioni per provare a riaprire il dibattito sull’eredità politica e storica degli anni settanta, tema ancora considerato tabù. Per tentare di sottrarsi alla tenaglia della mera condanna acritica e dell’oblio. Per consegnare quegli avvenimenti dalla cronaca alla storia.

Sergio Segio è impegnato da molti anni nel volontariato, particolarmente sui problemi del carcere e delle tossicodipendenze. Ha ideato e realizzato per il Gruppo Abele i cinque volumi dell’Annuario sociale (Feltrinelli). Ideatore e curatore del Rapporto sui diritti globali, ne coordina la redazione. Nel 2003 gli è stato conferito il Premio internazionale all’impegno sociale “Rosario Livatino”. Ha promosso e diretto le riviste “Narcomafie” e “Fuoriluogo”. È stato collaboratore del quotidiano “la Repubblica” e commentatore di “Vita”. Per Rizzoli ha pubblicato Una vita in Prima linea (2006).

Il libro sarà disponibile a partire dal 16 Marzo sul sito di http://www.milieuedizioni.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...