Jelena Balšić e le donne nella cultura medievale serba – La Principessa dal carattere forte che ha reso grande la Serbia medievale

jelena-balsio-e-le-donne-nella-cultura-medievale-serba-400691.jpg

La storia delle donne è ancora molto frammentaria e spesso relegata ad angoli della memoria molto remoti. Ma grazie all’impegno di Svetlana Tomin, professoressa e ricercatrice in ambito medievale serbo, e alla pubblicazione da parte di Graphé.it Edizioni ora abbiamo la possibilità di incontrare Jelena Balšić, un’affascinante principessa serba vissuta a cavallo dei secoli XIV e XV.

Siamo dinanzi a una donna forte, che come sposa e madre ha condotto missioni di pace anche presso il Doge; una donna che, a dispetto di quello che si crede comunemente, era una persona di cultura e una bibliofila; una donna che alla fine decide di ritirarsi in uno dei monasteri da lei fondati sul lago di Scutari, un monastero che era diventato centro di spiritualità e cultura.

Insomma, benché molto lontana da noi nel tempo, Jelena Balšić è stata una donna estremamente moderna che vale la pena conoscere.

Jelena Balšić (1366/71-inizio 1443), principessa serba, fu governatrice, benefattrice e fondatrice di monasteri. Diede un importante contributo alla vita culturale della prima metà del XV secolo. Grazie a lei si sviluppò un piccolo centro spirituale e letterario nei monasteri del lago di Scutari, in cui si ritirò dopo una vita dinamica, fatta di guerre, viaggi, ma anche di lutti personali, dal momento che perse due mariti e l’unico figlio. Nella solitudine della sua fondazione si dedicò alle letture religiose e ai temi teologici.

Con la sua attività, Jelena Balšić si dimostra rappresentante colta della società serba dell’epoca. Sono state conservate le sue lettere, il trattato di pace con Venezia, l’iscrizione dedicatoria e il testamento. La sua partecipazione alla vita pubblica, l’attività di benefattrice e il suo lavoro letterario, fanno sì che Jelena si aggiunga alla già sviluppata tradizione delle donne straordinarie dell’epoca medievale.

Svetlana Tomin (1964 Novi Sad, Serbia) insegna Letteratura serba medievale presso il Dipartimento di Letteratura serba della Facoltà di Filosofia di Novi Sad, come anche Studi di genere presso la rete accademica interdisciplinare ACIMSI. I suoi campi d’interesse sono le donne nella letteratura e nella cultura del Medioevo, la letteratura serba medievale, i Brankovići di Srem. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni e curatele.

Il libro è acquistabile al link http://www.graphe.it/scheda-libro/svetlana-tomin/jelena-balsin-e-le-donne-nella-cultura-medievale-serba-9788893720120-400691.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...