Menandro il Conquistatore. Il re greco che soggiogò l’India – Un re più grande (e dimenticato) di Alessandro Magno

menandro-il-conquistatore-400690.jpg

Il saggio pubblicato da Graphé.it ed intitolato Menandro il Conquistatore. Il re greco che soggiogò l’India è il primo studio sistematico sulla figura di Menandro I Soter (155 a.C. – 130 a.C.) redatta da Mirko Rizzotto e, da quello che si legge nella prima riga del libro, pare «Vi fu un re greco più “grande” di Alessandro Magno».

Nel II secolo avanti Cristo i Greci iniziarono la loro più grande avventura nella lontana India, guidati da un giovane e valoroso re che aveva raccolto l’eredità di Alessandro Magno, pronto a spingersi in terre misteriose e lontane che le falangi macedoni non avevano mai nemmeno sentito nominare: questo giovane re era Menandro.

Figlio di umili coloni, Menandro scalò il potere grazie alle proprie doti di guerriero, ma seppe passare alla storia grazie anche alla sua curiosità e umanità, che lo portarono a una conversione al Buddhismo, foriera di grandi sviluppi letterari e filosofici e che lo resero il protagonista di uno dei capolavori della letteratura orientale, Le domande di re Menandro.

Seguendo la sua stupefacente parabola ricostruiamo per la prima volta in una biografia le vicissitudini di questo grande stratega, ricorrendo alle fonti più disparate (storici greci e romani, annalisti cinesi, filosofi indiani) per tentare di fare luce sul cammino e l’eredità di questo grande, ma poco conosciuto, protagonista del passato.

Il libro è acquistabile al link http://www.graphe.it/scheda-libro/mirko-rizzotto/menandro-il-conquistatore-9788893720144-400690.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...