Il Castoro a Mare di Libri con autori e autrici per tutti i gusti

index

Mare di Libri è l’unica manifestazione letteraria in Italia interamente dedicata agli adolescenti, dove i ragazzi sono i veri organizzatori e protagonisti. E quest’anno compie 10 anni. Faremo parte di questa edizione così importante con un programma di appuntamenti speciali.

Il Castoro ospiterà per la prima volta in Italia l’autrice inglese Lisa Williamson, con il pluripremiato romanzo d’esordio L’arte di essere normale, che ha dato avvio a un importante dibattito su tematiche LGBT, trattando la storia di un adolescente transgender. Lisa Williamson ha lavorato in un centro di supporto a ragazzi adolescenti nell’ambito dell’identità di genere e ha riportato la sua esperienza personale in questo racconto, sostenuto da Amnesty International Italia. Oltre all’incontro dell’autrice con il pubblico, il romanzo è coinvolto nel concorso Ciak si legge 2017, in cui saranno proiettati e premiati i booktrailer realizzati dai ragazzi.

In occasione di Mare di Libri, torna in Italia un’autrice molto amata, Susin Nielsen, con Gli ottimisti muoiono prima, il nuovo romanzo in libreria l’8 giugno: questa volta l’autrice canadese porta fra le pagine una “storia d’amore per cinici”, con protagonisti dei ragazzi “interrotti” messi alla prova dall’amore, da nuove amicizie e da possibili nuovi inizi. Grazie a quella scrittura brillante che ha già caratterizzato i precedenti Caro George Clooney puoi sposare la mamma? (2014) e Siamo tutti fatti di molecole (2015), Susin Nielesen riesce ancora una volta a trovare le parole giuste per raccontare che la vita non è poi così perfetta, ma sa essere ugualmente bellissima.

Siamo infine felici di avere nella cinquina finalista del Premio Mare di Libri il romanzo Quello che non sai di me di Meg Wolitzer. Il premio sarà assegnato al miglior libro per giovani adulti pubblicato nel 2016, da dieci giovani lettori. Quello che non sai di me sarà inoltre al centro del dibattito La morte è una storia da raccontare condotto da Simonetta Bitasi, Marta Treves e Luigi Ballerini, per indagare il tema del suicidio giovanile.

Venerdì 16 giugno, ore 16.30 – Evento n.3 Cortile della Biblioteca Gambalunga – Rimini

image003.png

David Piper sa di non essere un maschio, ma il suo corpo non è d’accordo con lui. Tra i banchi e i corridoi di scuola, bullismo ed emarginazione sono all’ordine del giorno. Le nuvole sembrano d’improvviso passare quando una mattina Leo, un compagno, si schiera dalla sua parte. Ma anche lui ha un segreto da nascondere, che nonostante gli sforzi sta per venire a galla.  Lisa Williamson è un’attrice teatrale e scrittrice britannica. Ha lavorato per il Gender Identity Development Service, un centro che si occupa del supporto ai minori per l’identità di genere. Da questa esperienza è nata l’idea del suo romanzo d’esordio, L’arte di essere normale che ha ottenuto il sostegno di Amnesty international, numerosi premi e riconoscimenti, dando vita a un importante dibattito su tematiche LGBT.

Venerdì 16 giugno, ore 18.00 – Evento n.4 Museo della Città, Sala del Giudizio – Rimini

image005.png

Qualsiasi famiglia, soprattutto se conta uno o più adolescenti, è teatro di storie di quotidiana pazzia. Susin Nielsen in Lo sfigato, Caro George Clooney puoi sposare la mamma? e Siamo tutti fatti di molecole ha saputo catturarne l’essenza, dosando sorrisi, tenerezze e una profondità capace di ispirarci nella nostra vita. Se poi l’ultimo libro pubblicato si intitola Gli ottimisti muoiono prima… questo incontro è tutto un programma. La pluripremiata autrice canadese Susin Nielsen vive a Vancouver con un marito, un figlio e due gatti. Sceneggiatrice di popolari serie televisive, ha vinto per due volte il Canadian Screenwriter Award prima di lanciarsi nel mondo dei libri per ragazzi. Della stessa autrice, Il Castoro ha pubblicato Caro George Clooney puoi sposare la mamma? e Siamo tutti fatti di molecole. www.susinnielsen.com

Sabato 17 giugno, ore 18.00 – Evento n.20 Cortile della Biblioteca Gambalunga – Rimini

Quello che non sai di me.png

Non solo Tredici, di Jay Asher: Cosa saremo poi, di Luigi Ballerini e Luisa Mattia, Ferma così, di Nina LaCour e Quello che non sai di me, di Meg Wolitzer sono alcuni dei romanzi che hanno portato tanti giovanissimi lettori a riflettere sul suicidio. Moda editoriale o sincero bisogno di confrontarsi con uno dei più longevi temi della letteratura? E gli adulti? Devono preoccuparsi per tanto interesse, o guardarlo come occasione di dialogo? Il dibattito è aperto.

Sabato 17 giugno, ore 18.00 – Evento n.22 Sala Manzoni – Rimini

Torna Ciak, si legge!, che invita i lettori a cimentarsi nel booktrailer. A presentare i finalisti sarà Marco Magnone, mentre una giuria composta da Loredana Baldinucci, editor Il Castoro, Lodovica Cima, editor San Paolo, Anna De Giovanni, ufficio stampa Einaudi Ragazzi, Francesca Guido, editor De Agostini, Marta Mazza, editor Mondadori, e Alex Raccuglia, regista DeltaFrame, decreterà il vincitore, come in una serata da Oscar!

Tra i finalisti, il booktrailer del nostro libro L’arte di essere normale di Lisa Williamson. Dita incrociate!

Domenica 18 giugno, ore 19.00 – Evento n.39 Teatro Galli, Loggiato – Rimini

image009.png

Cinque esperti di letteratura per ragazzi hanno scelto i più bei romanzi pubblicati nel corso del 2016 per i lettori dai 13 anni in su; dieci giovani fortissimi lettori decideranno il migliore. Nella cinquina finalista abbiamo il piacere e l’onore di avere il nostro romanzo Quello che non sai di me di Meg Wolitzer. In collaborazione con Mijic Architects

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...