D.05

1424378_592304754151816_1304828086_n

Felicità irsuta degli appartamenti,
ferinità vissuta negli scompartimenti,
paura amarognola nei sottopassaggi.
Beviamoci su e poi dormiamoci,
che c’è di vissuto che ricordiamo
nuovo, se non tento non fallisco,
ovvio, ma certe varietà di gelsomino
convincono gli occhi, io non ti conosco,
conosciamoci, no frequentiamoci solo,
senza mettere in mezzo nessuna ferina
contentezza di cui sopra, nessuna
intima vicinanza, viviamoci in separata
sede, dosandoci a vicenda gocce
di incomprensione necessarie
alla mia, solo alla mia sopravvivenza.