Il peggio dell’editoria – Le finte No EAP

o.144298.jpg

Ho lavorato per loro diverse volte pertanto le conosco. Il classico comportamento delle finte No EAP è quello di dire che il libro non viene pubblicato a pagamento ma ci sono comunque delle formule di coinvestimento richieste. Co-investimento? Ma non è forse pagamento? A loro dire no, ma si tratta comunque di belle cifrette. Continua a leggere

Editoria – Ecco perché per molti autori il self publishing è una scelta vincente

tre-moschettieri.jpg

“Chi fa per sé fa per tre” recitava il vecchio detto relativamente all’arte di arrangiarsi. Oggi l’editoria non è molto distante da questo concetto e in questo articolo vi spiegherò perché l’autopubblicazione è preferibile rispetto all’editoria classica. Continua a leggere

Editoria – Cinque consigli da leggere prima di inizare a scrivere per autori esordienti

monkey_type_thumb2.png

Ci sono moltissimi autori che vogliono iniziare il loro percorso verso le vette delle classifiche dei libri più venduti (e, spero, letti) ma non hanno idea di come approcciarsi al foglio bianco. In questo articolo non vi daremo degli incipit di base ma cinque dritte per impostare bene e con profitto il vostro lavoro. Continua a leggere

Editoria – L’anello mancante tra lo scrittore e il successo? Le riviste letterarie

d8c62fe0ef6152eb3796f79e205440dc.jpg

I libri non si vendono e se si vendono si fa una fatica enorme per piazzare i grandi nomi, figuriamoci gli esordienti. Lo stesso concetto vale per la scelta che le case editrici devono fare quando decidono di pubblicare: cercare un autore che venda. E non è per niente un concetto sbagliato visto che le case editrici sono delle imprese. La vera domanda ora è: “come si fa a diventare autori conosciuti e che vendono?”. Continua a leggere

SCRITTURA – “Non voglio sporcarmi!” ovvero come gli scrittori sono diventati schizzinosi

1riq7h.jpg

Lo sentii dire da un autore diversi anni or sono e ancora non è cambiata la musica. “Io non voglio sporcare il mio stile, quindi non leggo gli altri scrittori.” A questa frase non si potrebbe rispondere se non come fece Fantozzi nei confronti della Corazzata Poemkin: “È una cagata pazzesca.” Continua a leggere

Editoria – Il lettore è un cretino! (o forse no)

scimmia che legge.jpg

Mi è capitato di leggere post su Facebook (e non solo!) che parlavano di come i lettori italiani di romanzi fossero in vertiginoso calo rispetto al passato, per non parlare di coloro che leggono poesia. La maggior parte delle volte la colpa viene fatta ricadere sul lettore ma credo che sia la risposta più comoda di autori ed editori senza coscienza. Continua a leggere

Scrivendo sulla strada – Il viaggio lungo e poetico di Lawrence Ferlinghetti

Scrivendo sulla strada.JPG

Lawrence Ferlinghetti non avrebbe potuto che essere un viaggiatore infaticabile, un cosmopolita a oltranza, un vagabondo avido di vita e paesaggio. Nato in America da madre di origine francese e padre italiano, che morì prima di conoscerlo, ha vissuto a Strasburgo e ha fatto poi ritorno in America. Ha studiato letteratura alla Sorbona, ha partecipato allo sbarco in Normandia, è stato travolto da quell’ondata di irrequietezza e desiderio, di scrittura e ribellione che ha preso il nome di Beat Generation. Continua a leggere