Editoria&Arte – Tra scantinati e librerie per gli artisti del passato era una questione di Manifesto

Manifesti_del_futurismo.jpg

Qualche giorno fa mi sono ritrovato comodamente spiaggiato sul sofà di casa a chiacchierare con Elena del futuro dell’arte. Lei ha alle spalle una laurea in Scienze dei Beni Culturali e davanti a sé l’ottenimento di quella in Storia e Critica dell’Arte mentre io ho alle mie spalle una in Estetica e il costante sbattimento del giornalista. Così ci siamo chiesti: “cosa non funziona nel mondo dell’arte di oggi?” Continua a leggere

Manifesto del “Dendronaturalismo”

il buco al centro del mondo

In occasione dell’esposizione di Giuseppe Rossi ad Arte Padova con tre sue tele, pubblichiamo di seguito il manifesto del Dendronaturalismo, stile pittorico sviluppato dall’artista. Giuseppe Rossi nasce a Roma nel ’58, vive a Manziana dove fin dai 16 anni si affaccia alla pittura, iniziano le prime esperienze in collettive ed estemporanee. A vent’anni nel ’78 fa la sua prima personale a Soriano nel Cimino VT, frequenta l’accademia di belle Arti di Viterbo, si affaccia negli studi di artisti importanti, uno su tutti Pedro Cano. Si trasferisce a Soriano nel Cimino.

Continua a leggere

Considerazioni sulla poesia di Asa Boxer

Boxer 2015

Asa Boxer, poeta e fondatore del Montreal International Poetry Prize, abbiamo imparato a conoscerlo grazie ad un’intervista rilasciata alcuni mesi fa, in occasione dell’edizione 2015 del premio, e successivamente abbiamo letto il suo manifesto dedicato all’importanza della metafisica in arte. Ora ci ha inviato altri scritti che permettano di approfondire l’argomento poesia e creazione poetica tenendo a mente alcune sue caratteristiche fondamentali. Come per il manifesto, anche queste considerazioni verranno pubblicate bilingue al fine di garantire a tutti la comprensione e la lettura del testo originale.

Mendes Biondo
(Giornalista)

Continua a leggere

L’importanza della Metafisica nell’Arte – Un Manifesto di Asa Boxer

Boxer 2015

Introduzione al Manifesto

Pubblicare un Manifesto artistico è sempre una grande responsabilità sia per colui che lo redige sia per colui che decide di accoglierlo sulla propria rivista. La necessità di sottolineare i punti fondamentali di un pensiero in poche righe taglienti o in un elenco dettagliato e completo è indicazione di un’urgenza che sorge in una parte di artisti quando si rendono conto che un determinato sistema viene a crollare, che la terra sotto i piedi non è più così sicura come sembra e che c’è bisogno di cambiare rotta.

Continua a leggere