“Made in the Sixties” – Combattere la malinconia degli anni sessanta con il blues travolgente di Mike Sponza

Cover_Made in the Sixties_b

Mike Sponza è uno dei bluesman italiani che maggiormente ha la sperimentazione nel sangue. Da oramai vent’anni gira l’Europa e l’Italia portando una miscellanea che fonde insieme il blues tradizionale con il soul ed il rock’n’roll. Da poco è uscito il suo ultimo disco intitolato Made in the sixties che ripercorre la storia di tutto il decennio con canzoni scritte in collaborazione con Pete Brown. Un progetto che ci ha incuriositi e, per questo motivo, siamo andati ad intervistare Mike per saperne di più… Continua a leggere

Matteo Markus Bok si racconta a RAMINGO! blog. “Magari fossi come Justin Bieber!”

Matteo Markus Bok_foto di Alberto Belluschi 2.jpg

Foto di Alberto Belluschi

È giovanissimo ma sta già facendo parlare di sé grazie agli ottimi risultati raggiunti tanto nei talent show quanto nelle collaborazioni artistiche con Disney. È italiano e porta l’energia della musica leggera ad un gran numero di ragazze e ragazzi che lo hanno eletto già loro idolo. Stiamo parlando di Matteo Markus Bok che abbiamo incontrato virtualmente tra una sessione di prove e l’altra. Abbiamo chiacchierato di tutta la sua carriera e dei suoi progetti futuri. Ecco cosa ci ha raccontato… Continua a leggere

AquaSonic – Dalla Danimarca arriva il canto delle sirene e la musica subacquea

Photo by Jens Peter Engedal

Photo by Jens Peter Engedal

La prima volta che li ho sentiti ho pensato immediatamente al canto delle sirene raccontato da Omero nell’Odissea. Sono un mix tra inquietante ed affascinante, sonorità talmente innovative da essere persino antiche. Sto parlando degli AquaSonic, un gruppo di musici-scienziati di origine danese, che sta girando il Mondo con uno spettacolo che unisce l’acqua alla musica, il silenzio al suono smorzato e soffocato. Qui per voi c’è l’intervista a Robert Karlsson, Business Director, Fondatore e Performer del gruppo subacqueo. Continua a leggere

Intervista al cantautore “ramingo” Marco Schnabl

Oggi siamo andati ad intervistare il cantautore Marco Schnabl Marco ha iniziato a suonare la chitarra molto presto e, all’età di 17 anni, divenne membro di una delle migliori band della città di Taranto chiamata “Velvet”. Ha co-fondato nel 1994 il gruppo “Foghenaist”, cambiato poi in “Mother of Pearl”, e, a partire dal 1995, dopo aver vinto il concorso nazionale Arezzo Wave, ha iniziato un’intensa attività live. Col trasferimento a Londra nel 1997, ha la possibilità, sempre con la sua band, con la quale rimarrà fino al 2004, di suonare in centinaia di diverse venues nel Regno Unito (Cavern, Electric Ballroom, The Bedford …), in Irlanda (Point Depot, Wheelans, Eamonn Doran’s …), l’Italia (Cencio’s, Tunnel…) e negli Stati Uniti (CBGB’s, The Chance Theatre …) oltre a registrare altri due album di cui uno mai pubblicato ma disponibile sul profilo soundcloud dell’artista. Ha collaborato con il compositore Guy Farley, i produttori Nick Tauber (Marillion, Ten Years After) e Chris Kimsey (Rolling Stones, Peter Tosh, Peter Frampton, Marillion, Killing Joke …), i Duran Duran ed ancora una lunga lista di artisti indipendenti, che si conclude, nel 2009, col mix e mastering dell’album di debutto di Tallulah Rendall prodotto da Marius De Vries e distribuito da Universal. Ricco d’ispirazione forma la sua band e registra, a porte chiuse, un concerto col nuovo materiale al Tatà Theatre nella sua città natale, Taranto, il 27 agosto 2015.
La sua musica è da subito molto apprezzata perchè mix vincente di brit rock, soul, blues e un po’ di psichedelica.

Continua a leggere

Milano in 80 tappe – Intervista a Gigi Cifarelli

Gigi_Cifarelli_web

Oggi RAMINGO! ospita la bellissima intervista al chitarrista Gigi Cifarelli realizzata da Pier Mastanutono e Mariagrazia Innecco del “Giro di Milano in 80 Tappe”. Potete scoprire di più di questa iniziativa cliccando sul link: https://www.facebook.com/girodimilano80tappe?fref=ts

LE INTERVISTE ESCLUSIVE DEL GIRO DI MILANO IN 80 TAPPE
Spero che questa sia la prima di una serie lunghissima di interviste alle Persone e ai Personaggi del Giro: il giornalista Pier Mastantuono mi affiancherà perchè se la cava benissimo e soprattutto mi sembra curioso e coraggioso.
Siamo agli inizi, e quindi abbiate pazienza, ma vi autorizziamo fin d’ora ad esprimere le vostre opinioni.
Si inizia con l’amico Gg, che ha ottenuto 4.000 visualizzazioni con il post precedente: ora vediamo dove arriviamo con le condivisioni.
Conto su di voi e sulla vostra voglia di leggere l’intervista fino in fondo: è’ lunga ma molto interessante, a mio parere.
Buona lettura.

Continua a leggere